Woodhouse

MappaWoodhouse è il secondo reef dello stretto di Tiran, partendo da Nord. Di forma oblunga, tra Jackson Reef e Thomas Reff  è forse uno dei reef meno frequentati in quanto non dispone di comodi punti di ancoraggio o di altre facilitazioni e obbliga quasi sempre a immersioni in corrente.

Tale particolarità, se non si hanno problemi, risulta anche piacevole…infatti mentre si scende si può tranquillamente osservare la parete ricchissima che scorre come un filmato, o voltarsi verso il mare aperto per vedere aquile di mare, nutrite schiere di pesci fuciliere.
Tornando alla parete che ci scorre davanti, tra coralli, murene, nudibranco.

woodL’immersione viene di norma effettuata sul versante orientale, che offre una parete che scende sino a 30 metri. Una seconda parete corallina si trova alla punta Nord ove correndo parallela alla prima crea un canyon (troppo profondo per essere visitato). Più a nord della gola, risalendo verso i 15 metri la parete si allarga in una terrazza sabbiosa. Qui le favorevoli condizioni con corrente costante hanno favorito la crescita di splendide gorgonie, con i ventagli disposti ad angolo retto rispetto la parete. Cespugli marrone-rossastri di corallo nero sono presenti oltre i 20 metri di profondità, mentre in prossimità del reef il carosello di svariate specie ittiche lascia sorpresi. Non è difficile incontrare tartarughe che si nutrono di spugne di cui sono ghiotte …io non le ho incontrate 🙁 .  Fatta la sosta di sicurezza si procede verso la superficie emergendo vicino alla barriera. In condizioni di corrente particolarmente tranquilla è possibile doppiare la punta Nord e dare un occhio al versante occidentale.

La galleria delle foto di Woodhouse è  QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.